Mortalità invernali

Mortalità estive

Non aspettare, salva in tempo i tuoi pesci!

L’ossigeno disciolto è un elemento indispensabile per tutta la vita acquatica, la sua carenza produce effetti estremamente dannosi sui pesci e sui batteri che trasformano le sostanze di rifiuto che si depositano sui fondali.
Nei pesci, la necessità di ossigeno varia a seconda delle specie, sono più alte per i salmonidi e minori per carpe, anguille, siluri; comunque valori inferiori a 2-3 milligrammi per litro (2-3 ppm) sono spesso mortali.


Variazione della concentrazione d’ossigeno a causa della formazione di ghiaccio

Quando le mortalità avvengono più facilmente?

Febbraio e Luglio sono di solito i mesi più critici.

Con almeno un mese di anticipo si deve misurare la concentrazione di ossigeno disciolto mediante ossimetri dotati di un cavo abbastanza lungo che permetta alla sonda di essere calata fino in vicinanza del fondo.
Se si leggono valori troppo bassi, l’acqua ha odori sgradevoli, i pesci boccheggiano e non mangiano con il solito appetito.
Bisogna intervenire immediatamente

Dove le mortalità avvengono più facilmente?

Nei laghi e nei bacini di pesca sportiva le mortalità più gravi si verificano soprattutto durante inverni lunghi e rigidi.
I laghi e bacini che d’estate hanno abbondanza di piante acquatiche sono più a rischio di mortalità durante l’inverno, perché la vegetazione acquatica e le foglie degli alberi si depositano sul fondo e si decompongono.
Oltre a ciò, anche la quantità di pesce presente durante l’inverno, pur con il metabolismo rallentato, consuma ossigeno.

Cosa fare per salvare in tempo i tuoi pesci?

E’ indispensabile mantenere i fondali puliti!
A fine autunno-inizio inverno bisogna accelerare la decomposizione della vegetazione e dei materiali depositati sul fondo mediante Schlixx- Antifanghi, prodotti naturali e biologici, amici del pesce e dell’ambiente.
Raccomandiamo sempre di avere a disposizione un Ossimetro per misurare la concentrazione di ossigeno sopratutto in vicinanza del fondo.
Non possonono inoltre mancare un numero sufficiente di aeratori-ossigenatori come Aqua Lift Pro che aggiungono direttamente ossigeno all’acqua, mantengono parte del bacino libera dal ghiaccio e permettono l’uscita dei gas dannosi che derivano dalla decomposizione dei depositi.

Ricordate sempre che prevenire è molto meglio che curare.
Per consigli gratuiti e una soluzione su misura CHIAMATECI SUBITO ALLO 0432 649277