Anno 2010 Progetto di cooperazione Italia-Tunisia: avannotteria pilota per cefali e anguille

Progetto di cooperazione Italia-Tunisia : avannotteria pilota per cefali e anguille.

I principali obiettivi del progetto sono:

  • contribuire allo sviluppo integrato e partecipativo e di rafforzare l’incidenza del settore pesca nella regione rurale del Nord Ovest della Tunisia nei Governatorati di Jandouba, Kef, Siliana, Beja,
  • creare nuove attività economiche,
  • migliorare l’alimentazione delle popolazioni nel rispetto degli ecosistemi naturali
  • valorizzare le risorse naturali esistenti.

SCUBLA ha ricevuto come incarico principale la costruzione della avannotteria e dell’impianto pilota di acquacoltura in tutte le sue componenti, realizzato in collaborazione con COSPE – Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti, Ministero degli Affari Esteri e GIPP – Groupement Interprofessionnel Produits de la Pêche.

La capacità di produzione dell’impianto, che abbiamo completato nel luglio 2010,  è di circa 400.000 avannotti/anno.

Il progetto di partnership consiste nel ripopolamento dei bacini di alcune dighe del Nord Ovest della Tunisia con avannotti di cefali e anguille svezzate,  nonché la formazione e l’orientamento dei tecnici e delle famiglie rurali nella zona di allevamento del pesce.

Su incarico della FAO, Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite qualche anno fa avevamo già realizzato per il GIPP un impianto a ricircolo per lo svezzamento di cieche di anguille e per la riproduzione di altre specie di acqua dolce.