SCUBLA Srl è una società specializzata che dal 1978 progetta e costruisce sistemi innovativi su misura per aiutare e proteggere le specie acquatiche.
Durante questo lungo arco di tempo abbiamo realizzato un buon numero di impianti per le più svariate ricerche sulle Tartarughe, e tra questi il prestigioso Centro ricerche tartarughe marine Stazione Zoologica Anton Dohrn Napoli.

Grazie a questa nostra consolidata esperienza, siamo stati incaricati di collaborare al progetto TARTALIFE Potenziamento Centri di primo soccorso e recupero delle tartarughe marine – AMP Isole Pelagie’’, dove abbiamo fornito i nostri Impianti Fish Factory con vasche di riabilitazione alimentate con acqua marina a circuito chiuso. In questi speciali impianti l’acqua viene purificata mediante filtri meccanici, biologici e schiumatoidisinfettata con raggi UV e ricircolata due volte ogni ora. La temperatura è regolata  mediante pompe di calore (18 – 24 ° C).

Come raccomandato dalla IUCN  (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), gli animali dopo la guarigione  sono rilasciati  e alcuni vengono monitorati utilizzando trasmettitori satellitari, al fine di verificare il successo della loro reintroduzione, la loro sopravvivenza in natura e di seguire le loro migrazioni.

Il Centro Soccorso Tartarughe marine di Lampedusa e Linosa è patrocinato dal WWF Italia e annualmente ospita circa cento tartarughe marine, la maggior parte delle quali viene accidentalmente catturata con gli ami e con le reti, ed arriva al piccolo ospedale grazie alla preziosa e fondamentale collaborazione dei pescatori di Mazara del Vallo, di qualche operatore a Lampedusa, delle Forze dell’Ordine con le vedette a mare della Capitaneria di Porto, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Il Centro è dotato di uno spazioso ambulatorio con sala operatoria, dove trovano sistemazione le vasche per la stabulazione delle tartarughe marine e un’area con funzione di museo nell’ambito della quale prende spazio una piccola mostra a carattere scientifico-divulgativo.

Il Centro Soccorso vive grazie all’impegno di volontari, italiani e stranieri, che soprattutto nei mesi estivi coadiuvano il personale presente nelle attività di monitoraggio, recupero, cura e marcatura delle tartarughe marine e nella informazione e sensibilizzazione dei turisti che ogni anno visitano l’isola.

Particolare attenzione è rivolta alle fasi della riabilitazione, durante la quale le tartarughe sono tenute sotto costante osservazione negli impianti indipendenti a ricircolo che noi della Scubla abbiamo progettato, costruito e installato.
Gli ampi spazi multimediali rappresentano, infine, l’occasione per approfondire le tematiche trattate e le ricerche condotte seguendo, ad esempio, le migrazioni delle tartarughe marine rilasciate dopo la riabilitazione.