pescheria per la vendita al dettaglio, degustazioni periodiche di pesce e ristorante Zero Miglia che propone pesci, molluschi e crostacei pescati in giornata

Nata nel 1930 come associazione dei pescatori di laguna, la Cooperativa Pescatori di Grado ancora oggi rappresenta una delle realtà più importanti del Friuli nel settore della pesca.

Per sviluppare un contatto più diretto con il pubblico la Cooperativa Pescatori di Grado, che è situata lungo il porto canale accanto al mercato all’ingrosso del pesce, ha realizzato la Pescheria per la vendita al dettaglio, degustazioni periodiche di pesce, e il Ristorante Zero Miglia, che propone con grande successo pesci, molluschi e crostacei tipici della zona, pescati in giornata.

Esiste infatti una varietà di sapori del mare oggi poco conosciuti e per di più considerati di scarso valore. Il cosiddetto pesce “povero” rappresenta invece uno straordinario patrimonio gastronomico che rischia di andare perduto, perché non ne esiste una effettiva domanda da parte dei consumatori, i quali, in molti casi, hanno l’unica colpa di ignorarne l’esistenza. In realtà questo pesce, povero solo di nome, è ricchissimo in valore nutritivo e gustosità.
Ciò nonostante accade che oggi alcuni tipi di pesce di basso valore commerciale vengono semplicemente ributtati in mare dai pescatori: migliaia di tonnellate di pesci che vanno a fare da cibo ad altri pesci, con un’ incalcolabile perdita di risorse per i nostri mari, di reddito per i pescatori e con la perdita di uno straordinario patrimonio di sapori per tutti noi.
Va considerato inoltre che queste specie dimenticate costituiscono parte integrante di quella antica tradizione culinaria regionale che tanto ci ha reso famosi nel mondo e quindi, abbandonarne il consumo contribuisce ad un impoverimento non solo gastronomico ma anche culturale.

Tenendo bene in mente questi obiettivi l’ultima iniziativa sviluppata dalla Cooperativa consiste in un Laboratorio per trasformare il pescato in una vasta gamma di prodotti pronti al consumo, anche per asporto.

Nel laboratorio, che SCUBLA ha contribuito a progettare e attrezzare, vengono preparati prodotti sottolio, affumicati, marinati, precotti sottovuoto a bassa temperatura, vasocotture, con varie tecniche di conservazione che consentono di assaporarli direttamente nelle proprie case anche a qualche mese di distanza.

Si tratta di tutta una serie di iniziative volte alla valorizzazione di produzioni tipiche locali, che potrebbero essere riproposte in tutta l’Italia con lo stesso successo ottenuto a Grado.

Vi possiamo fornire un supporto professionale nella progettazione degli impianti di trasformazione, nella fornitura di soluzioni innovative e nella istallazione di tutti gli impianti necessari per ottenere il massimo valore aggiunto alla vostra produzione, e tra questi una gamma completa di Prodotti per lavorazioni ittiche ed alimentari